Pre Sustinente vs Gorle con Altimani e coach Galli

Nella giornata in cui Sustinente e Gorle incroceranno i loro destini nella sfida del "Pala Susty" la parola va al coach bergamasco Galli ed al nostro Davide Altimani. Ecco le loro impressioni raccolte ieri sera all'interno di "Solo Rete" su Radio 5.9

GALLI: "Abbiamo volutamene costruito una rosa con sole tre senior per poter far maturare i nostri giovani e poter interpretare un campionato gagliardo a caccia della salvezza. La società è convinta di una scelta che ovviamente espone a rischi ma che, se perpetrata negli anni darà sicure soddisfazioni. Mi aspetto un Sesa voglioso di ritornare immediatamente alla vittoria per cementare la posizione di alta classifica che le consentirà di fare i play off. Noi sappiamo la forza dei nostri avversari ma possiamo contare su un roster che distribuisce molto sia il minutaggio che i punti e quindi proveremo a far leva sul fattore imprevedibilità". 

ALTIMANI: "Vengo da un mese tribolato a livello fisico, a maggior ragione perchè sto cercando di forzare i tempi del rientro a pieno regime. A Verolanuova ci siamo trovati scarichi fisicamente e, l'aver scollegato la spina nel secondo tempo, ci ha fatto tornare a casa a bocca asciutta con un gap umiliante. Dobbiamo assolutamente lavorare sull'aspetto mentale perchè non c'è nessuna squadra, con rispetto parlando, che sia 26-30 punti superiore a noi. I bresciani sono stati capaci nello sfiancare il quintetto iniziare sfruttando ogni situazione per mettere punti fra noi e loro. Il nostro obbiettivo è arrivare fra le prime quattro cercando di mantenere un buon margine sulle squadre che ci inseguono. Gorle è una squadra giovane da prendere con le molle ma a noi serve per forza vincere prima di iniziare un vero e proprio "tour de force". 

Spazio anche a coach Ferrari impegnato domenica con la sua Nutritech contro il "Fanalino di coda" San Pio X Milano.

FERRARI: "Veniamo da una sconfitta pesante che ha complicato la nostra rincorsa ai play off. E' un periodo difficile in cui paghiamo tante defezioni importanti e un campionato che ci impone di effettuare numerose trasferte a Milano che, per ragazze che studiano e lavorano, logorano e non poco. Ora è il momento di fare gruppo cercando di ricreare quel meraviglioso clima che aveva contraddistinto la nostra cavalcata iniziale. Punteremo al quarto posto ma ritengo di poter esser soddisfatto dei miglioramenti dalla passata stagione. Non guardiamo la classifica delle nostre prossime avversarie ma sappiamo di dover dare e darci una risposta forte provando a vincerla".